Post più popolari

lunedì 31 maggio 2010

Ordine giornalisti, eletti tre professionisti e un pubblicista, altri 2 fuori per un soffio. Successo del Coordinamento precari

Tre professionisti e un pubblicista eletti, tutti con tanti, tanti voti. Altri 2 pubblicisti non eletti per un soffio (3-5 voti) dopo una strepitosa rimonta. Aumento considerevole dei votanti, anche al ballottaggio tra i professionisti. E' il più che lusinghiero bilancio dei candidati del Coordinamento precari alle elezioni per l'Ordine regionale e nazionale dei giornalisti.

Gli eletti sono:
(professionisti) Michela Suglia al Consiglio regionale con 175 voti, seconda solo al presidente uscente Gerardo Bombonato (198);

(professionisti) Antonella Cardone (174 voti) e il sottoscritto (145 voti) al Consiglio nazionale, davanti ai confermati Beppe Errani (118 voti) e Achille Scalabrin (116);

(pubblicisti) Paolo Tomassone (con 144 voti)per il Consiglio nazionale.

Per il Consiglio regionale il pubblicista Beppe Persichella ha perso il ballottaggio con Gianna Zagni per tre soli voti, dopo averne rimontato 50 e con un voto "anomalo" nel seggio di Ravenna, per cui si sta valutando il ricorso.

Per il Consiglio nazionale arrivo al fotofinisch per i due posti da pubblicista ancora da assegnare: Tomassone ha rimontato una cinquantina di voti ed è arrivato secondo con 144 preferenze (primo Alberto Lazzarini con 146), mentre Valeria Tancredi dopo analoga rimonta si è fermata a 141 voti.

3 commenti:

  1. Bravi, bravi, bravi

    RispondiElimina
  2. Finalmente un po' d'aria nuova. In bocca al lupo

    RispondiElimina